La lassità del tessuto nella zona addominale, il rilassamento cutaneo, gli accumuli adiposi, la perdita di continenza della parete muscolare, sono le problematiche più frequenti nella donna.

Infatti, gravidanze, forti dimagrimenti, il trascorrere del tempo, accentuano notevolmente questi inestetismi. L’ addome perde la sua forma naturale, la parte risulta lassa e svuotata ed il peso dei tessuti, attratti dalla forza di gravità, cedono verso il basso. Una non adeguata alimentazione, un non adeguato stile di vita, una scarsa attività fisica, contribuiscono con il passare del tempo, ad aggravare la situazione. Si può quindi verificare anche un accumulo adiposo nel giro vita, alterando il modellamento e la silhouette.

La RF, non nasce come metodica specifica per il trattamento del tessuto adiposo, tuttavia il campo elettromagnetico che si genera, produce vari effetti. Determina innanzi tutto un aumento della perfusione della cute e del tessuto adiposo di pertinenza ed un miglioramento del microcircolo con un conseguente effetto drenante. Stimola l’attività lipolitica della cellula, svolge un azione antiossidante, pertanto può essere utilizzata, con ottimi risultati, anche nelle forme di PEFS associata ad edema e adiposità localizzate. Le modalità operative sono semplici e non è un trattamento invasivo. Sono infatti assenti gli effetti collaterali. Può essere applicata su qualsiasi tipo di pelle e su qualunque fototipo. Non esistono interazioni con i raggi ultravioletti e quindi non ci sono limitazioni stagionali. Può essere utilizzata in associazione ad altri trattamenti (massaggi, fanghi ecc.) o altre apparecchiature (onda acustica, luce pulsata, elettroporazione, pressomassaggio) per amplificarne i risultati già di per se eccellenti.

La metodica è semplice, quindi di facile applicazione. Dopo aver effettuato un’accurata detersione della zona da trattare, si applica una crema gel specifica, meglio se ricca di principi attivi. Si procede al trattamento, effettuando con lo specifico manipolo, movimenti circolari o di andata e ritorno su tutta la superficie, fino a sviluppare un incremento della temperatura zonale. Il trattamento ha la durata di circa 30/40 minuti. Durante questo tempo, il cliente avvisa una sensazione piacevole di calore che si sviluppa nei comparti sottocutanei sempre di più con il passare dei minuti. Al termine della seduta, si applica un prodotto finale ed il cliente può tornare alle sue attività giornaliere. Si consiglia di effettuare il trattamento ogni 7/10 giorni (tempo necessario per ottenere un migliore risultato). Il ciclo di trattamenti prevede un numero di sedute che può variare da 6/10 o più (dipende dal tipo di inestetismo). Il percorso di mantenimento è ovviamente indispensabile, per garantire costantemente il risultato ottenuto. Si possono fare dei richiami due volte l’anno con dei mini cicli, oppure effettuare un trattamento una volta al mese.
Durante il periodo di suddetta metodica, si consiglia al cliente, di effettuare una piccola attività fisica e di avere una corretta alimentazione, per migliorare il tono muscolare nel primo caso, e garantire nutrimento alla muscolatura stessa, nel secondo. Avere un buon apporto idrico e dare preferenza ad alimenti come frutta e verdura. Consigliare al cliente prodotti di autocura al fine di mantenere il tessuto ben nutrito ed idratato.

Articolo di Stefania Balducci