Sei un professionista?

L'accesso alla visualizzazione dei contenuti di questa pagina
è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente
(Decreto Legislativo 24 febbraio 1997, n.46).

Drenaggio

Il sistema linfatico consente alla linfa di fluire nei tessuti corporei e di drenare ogni parte dell’organismo prima di riversarsi nelle vene toraciche. Esso sovrintende quindi al mantenimento del corretto bilancio idrico tissutale: l’azione è condotta sulla linfa (liquido che ha origine dal plasma sanguigno) allo scopo di purificarla dalle sostanze da essa “raccolte” in periferia, e reimmetterla così in circolo, pronta a svolgere il proprio ruolo.

L’articolato sistema di vasi che forma il sistema linfatico è molto simile a quello circolatorio venoso e arterioso. A differenza del sangue, però, non è l’attività cardiaca a pompare la linfa nei vasi, bensì l’attività muscolare. Quando questa azione viene meno, la linfa tende a ristagnare, accumulandosi nello spazio intercellulare dei tessuti e dando origine a edemi o gonfiori. Questo problema è generalmente conosciuto con il nome di ritenzione idrica ed è dovuto a numerosi fattori, quali ad esempio uno stile di vita sedentario, una disfunzione ormonale o una predisposizione ereditaria.

Il drenaggio linfatico contrasta efficacemente questa problematica, poiché stimola la ripresa della microcircolazione linfatica e permette quindi l’eliminazione di liquidi in eccesso interstiziali e materiali di scarto.

Tecnologie consigliate

PRESSOMASSAGGIO

Iscriviti alla Newsletter

consento a ricevere comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su promozioni, prodotti o servizi offerti dal Titolare del trattamento
accetto i termini e le condizioni sulla privacy